Cos’è il dooh?

Cos’è il dooh?

In ambito pubblicitario con OOH si intendono tutti i metodi per fare advertising fuori di casa, appunto Out Of Home.

Ogni giorno la maggior parte degli adulti italiani sono raggiungibili da questo tipo di annunci pubblicitari, muovendosi e vivendo in contesti urbani. Un bacino d’utenza di milioni di persone.

Veniamo ai giorni d’oggi: l’acronimo DOOH sta per Digital out of Home tramite campagne programmate su: 

  • Schermi LED e LCD
  • Videoproiezioni sulle facciate dei palazzi o su superfici naturali
  • Ologrammi 

La principale differenza tra OOH e DOOH è che il primo è statico mentre il secondo è dinamico. L’affissione cartacea lascia spazio a serie di immagini e spot video.

I vantaggi del digital out of home 

Il principale vantaggio del DOOH, rispetto all’adv tradizione, è l’utilizzo dei dati in tempo reale per comunicare un messaggio in maniera interattiva e personalizzata. Ma non solo:

  • Visibilità della pubblicità grazie alle grandi dimensioni dei media (es. maxi schermi, proiezioni su edifici)
  • Maggiore fiducia e affidabilità nei brand
  • Continuità del messaggio e alto livello di engagement (es. proiettati su più impianti in diverse posizioni strategiche).
  • Analisi dei dati 

Possiamo parlare di una sorta di percorso ad imbuto, attraverso il quale le attività commerciali potranno sfruttare tecnologia e comunicazione coinvolgente per trasformare i consumatori/passanti in clienti fidelizzati. 

Quali prospettive per il mercato DOOH?

Un report del Global Market Insight parla di prospettive rosee per il ercato del digital out of home, stimando una crescita elevata nell’arco di 10 anni causata, da un lato, dalla domanda in rapido aumento relativa alla necessità di coinvolgere i consumatori/passanti in modo efficace e, dall’altro, dalla diminuzione dei costi relativi alla tecnologia LED e LCD (diminuzione frenata nell’arco degli ultimi due anni da covid, shortage e situazioni geopolitiche che hanno compresso i costi dei trasporti).

Secondo lo stesso portale, l’adozione di schermi digitali per la trasmissione di messaggi pubblicitari sta ottenendo largo consenso anche in contesti come aeroporti e stazioni. La necessità di catturare l’attenzione del pubblico “offline” è in forte crescita anche tra brand altisonanti, che continuano ad investire somme importanti nella pubblicità out of home digitale. 

Maxischermi a LED: strumento perfetto per il DOOH 

I maxischermi a LED stanno riscontrando successo rispetto alle altre tecnologie per via della loro perfetta adattabilità in contesti outdoor. Il vantaggio competitivo risiede nella luminosità enorme capaci di sprigionare e nella loro perfetta modulabilità, caratteristica che permette un notevole adattamento sulla base di qualsiasi contesto e applicazione.

Inoltre la possibilità di modellare lo schermo in base a qualsiasi forma o dimensione permette di scegliere il  formato perfetto da utilizzare.

In conclusione

In questa guida abbiamo visto come il mercato della comunicazione digitale out of home stia crescendo velocemente grazie ai vantaggi che la tecnologia è in grado di produrre, a discapito della comunicazione statica, non solo per il maggior impatto visivo ma anche per l’inevitabile abbattimento dei costi di manutenzione e di stampa.

Add a Comment

Your email address will not be published.